Condividi su:
Stampa articolo

D.L. “RILANCIO” - CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER ASD/SSD

13/06/2020

La richiesta del contributo a fondo perduto potrà essere presentata attraverso apposita piattaforma web sul sito www.sport.governo.it che sarà attivata in due diverse finestre temporali:

  • la prima finestra sarà attiva dalle ore 12:00 del 15.06.2020 fino alle ore 20:00 del 21.06.2020, e sarà dedicata alle domande delle ASD/SSD titolari di uno o più contratti di locazione;

  • la seconda finestra sarà attiva dalle ore 12:00 del 22 giugno 2020 e terminerà alle ore 20:00 del 28.06.2020 e sarà dedicata alle domande delle ASD/SSD non titolari di uno o più contratti di locazione.


PRIMA FINESTRA TEMPORALE (ASD/SSD TITOLARI DI CONTRATTI DI LOCAZIONE)

La prima finestra temporale (dalle ore 12:00 del 15.06.2020 – alle ore 20:00 del 1.06.2020) sarà dedicata alle ASD/SSD che, alla data di presentazione della domanda per l’erogazione del contributo a fondo perduto presentino i seguenti requisiti:

 

  • siano iscritte al Registro CONI/CIP alla data del 23.02.2020;
  • siano titolari di uno o più contratti di locazione;
    - regolarmente registrati presso l’Agenzia delle Entrate;
    - aventi ad oggetto immobili siti in Italia correttamente identificati al Nuovo Catasto Edilizio     Urbano (NCEU) (con ogni probabilità il contributo sarà quindi concesso alle ASD/SSD che     svolgano l’attività sportiva in locali che presentino corrette destinazione d’uso e categoria      catastale - in linea di principio categoria C4 o D6);
  • svolgano all’interno dell’immobile, per il quale si chiede il contributo, una delle attività riconosciute dal CONI o dal CIP;
  • siano in regola con le autorizzazioni amministrative e sanitarie per lo svolgimento delle attività sportive dilettantistiche richieste dal Comune ove ha sede l’impianto oggetto della domanda;
  • utilizzino per lo svolgimento delle attività sportive dilettantistiche prevalentemente gli spazi degli immobili per i quali si fa istanza di accesso al beneficio (pertanto, un’ASD/SSD che svolga attività sportiva in via prevalente all’aperto o in immobile diverso da quello concesso in locazione, non potrà chiedere il contributo);
  • abbiano corrisposto i canoni di locazione scadenti fino alla data del 31 dicembre 2019.

 

Durante la compilazione della domanda saranno richieste anche le seguenti ulteriori informazioni:

  • eventuale intenzione di usufruire del credito di imposta del 60% previsto dall’art. 28 del D.L. Rilancio (credito di imposta per canoni di locazione corrisposti in relazione ad immobili diversi da quelli ad uso abitativo);
  • aver o meno usufruito della riduzione dei canoni di locazione (ai sensi dell’art. 216, comma 3, D.L. “Rilancio”) per i mesi da marzo a maggio 2020;
  • aver o meno ricevuto dagli organismi affilianti (Federazioni, Enti Promozione Sportiva, Discipline sportive associate) contributi finalizzati al superamento dell’emergenza COVID-19
  • aver o meno ottenuto o richiesto contributi di da Enti Pubblici (Regini, Provincie, Comuni), associazioni, fondazioni o altri organismi privati, per il sostegno alla locazione degli immobili oggetto della domanda per il contributo a fondo perduto.

Alla domanda per l’erogazione del contributo a fondo perduto dovrà essere allegata la copia del documento di identità del soggetto richiedente in corso di validità.

 

Il contributo è cumulabile con altre forme di finanziamento a fondo perduto richieste/percepite.

 

IL CONTRIBUTO EROGABILE è calcolato secondo la seguente formula matematica:


Somma canoni di locazione (Marzo a Maggio)

-

Riduzione dei canoni di locazione da Marzo a Maggio

-

Contributi FSN, DSA, EPS (Per Emergenza Covid 19)

-

Contributo in conto locazioni deliberati da Enti Pubblici a favore dell'ASD/SSD (compresi quelli per i quali è in corso la domanda)

=

CONTRIBUTO EROGABILE

 

 

 

 

 

 


ATTENZIONE: Al fine di assicurare un contributo congruo ad ogni richiedente, l’Ufficio potrà disporre un tetto massimo erogabile, per un massimo iniziale di 600 euro mensili, che potrà variare in relazione al numero effettivo delle domande ricevute.

 

SECONDA FINESTRA TEMPORALE (ASD/SSD NON TITOLARI DI CONTRATTI DI LOCAZIONE)

La seconda finestra temporale (dalle ore 12:00 del 22.06.2020 – alle ore 20:00 del 28.06.2020) sarà dedicata alle ASD/SSD che, alla data di presentazione della domanda per l’erogazione del contributo presentino i seguenti requisiti:

  • non siano titolari di un contratto di locazione e non abbiano partecipato alla prima sessione di presentazione delle domande relative alla presente disposizione;
  • risultino affiliate a un organismo sportivo riconosciuto dal CONI (Federazione Sportiva Nazionale, Disciplina Sportiva Associata, Ente di Promozione Sportiva);
  • svolgano un’attività sportiva riconosciuta dal CONI o dal CIP;
  • risultino regolarmente iscritte nel registro del Coni e/o nel registro parallelo del CIP alla data del 23 febbraio 2020;
  • risultino in regola con le autorizzazioni amministrative e sanitarie richieste dal Comune di appartenenza per lo svolgimento delle attività sportive dichiarate;
  • abbiano alla data del 23 febbraio 2020 un numero di tesserati (distinguendo tra soggetti normodotati e diversamente abili) pari ad almeno a n. 50 (cinquanta);
  • abbiano almeno 1 (uno) istruttore in possesso di laurea in scienze motorie o di diploma ISEF o, in alternativa, in possesso della qualifica di tecnico/istruttore rilasciata dal CONI e/o dal CIP o dagli organismi affilianti riconosciuti dal CONI e/o dal CIP a cui aderisce la ASD/SSD;
  • non abbiano ricevuto contributi di qualsiasi tipo finalizzati al superamento dell’emergenza derivante dall’epidemia COVID-19 dagli organismi cui è affiliata (FSN, DSA, EPS);
  • non abbiano ottenuto l’attribuzione di altro contributo da Enti Pubblici (Regioni, Provincie, Comuni), associazioni, fondazioni o altri organismi.

Alla domanda per l’erogazione del contributo a fondo perduto dovrà essere allegata a) la copia del documento di identità del soggetto richiedente in corso di validità e b) la Dichiarazione dell’Organismo affiliante circa l’attività sportiva, didattica e formativa svolta dalla ASD/SSD ed il numero di tesserati svolgenti tali attività.

 

ATTENZIONE: sarà corrisposto un importo pari a 800 euro ad ogni ASD/SSD a seconda dell’ordine cronologico della ricezione della domanda e fino al raggiungimento dello stanziamento disponibile.

* * * * *

Da ultimo, si precisa che le informazioni fornite in sede di presentazione della domanda (sia per la prima che per la seconda finestra temporale) saranno oggetto di controlli a campione effettuati dall’Ufficio per lo sport e saranno messi a disposizione dell’Agenzia delle entrate per gli ulteriori riscontri necessari e/o previsti.

 

Preme quindi una riflessione: è innegabile che le misure di sostegno che sono state previste in favore di ASD e SSD durante la fase di emergenza da Covid-19 abbiano richiesto agli interessati di fornire una ampia quantità di informazioni riguardo alla propria situazione (si veda per esempio l’allegazione del contratto dei collaboratori sportivi per la richiesta dell’indennità di 600 per i mesi di marzo, aprile e maggio, oppure le attestazioni sopra elencate per la richiesta del contributo a fondo perduto). Pare legittimo, quindi, il dubbio se dietro alle misure di sostegno possa celarsi un vero e proprio censimento, lasciamo a voi la risposta.

Pisa, lì 13.06.2020

Avv. Andrea D’Agata

Avv. Paola Labrini